Progetto pilota con l’Università Federico II di Napoli

FRANCO FRAIOLI* e MARCO TURBATI**

Abbiamo già in passato scritto della inappropriatezza di molti “pacchetti” di prevenzione che studi internazionali hanno criticato e hanno indicato la via migliore per fare un cosiddetto “check-up”. Invitiamo il lettore a rivedere su questa rivista il numero 3/4 del 2015 dal titolo: “Sto bene, ho fatto il check-up”. Già da allora era stato pubblicato sul British Medical Journal un importante articolo che concludeva una lunga esperienza di valutazione da parte di uno degli istituti scientifici più quotati: il Cochrane Institute. La valutazione di tutti quei check-up standard proposti nella pratica comune ed offerti da assicurazioni, aziende, associazioni etc. sono proprio il contrario della visione della medicina dei nostri giorni, che è quella che si concentra sul paziente e non sulla malattia, ricercando in un soggetto apparentemente sano la chiave per evidenziare malattie latenti presenti o future. L’indicazione finale dei grandi organismi scientifici citati è molto semplice: la prevenzione deve essere ritagliata sul soggetto che la fa ed il percorso non può altri che essere indicato, seguito e concluso da un medico, possibilmente internista ma comunque esperto, che sulla base di un’accurata anamnesi sia familiare che remota che personale presente, indichi un percorso ritagliato su quell’individuo.

È questo quello che la Qu.A.S. propone in una sorta di sperimentazione sui suoi associati che ne vogliono usufruire gratuitamente, affidando l’esecuzione alle nostre più organizzate Strutture facenti parte della propria “rete” di Strutture Convenzionate. Abbiamo contattato un importante istituto universitario, la Cattedra di Igiene e Medicina Preventiva dell’Università Statale “Federico II” di Napoli, per accompagnarci e valutare insieme a noi i risultati ottenuti, con lo scopo finale di offrire una prestazione nuova altamente qualificata e qualificante la nostra gestione sanitaria a favore dei nostri associati. Invitiamo tutti ad usufruire di questa occasione e ci aspettiamo anche un ritorno da parte vostra in termini di eventuali valutazioni e suggerimenti.

Il nostro Fondo non si stancherà mai di ricercare le migliori e più aggiornate prestazioni sanitarie nello svolgimento dei propri compiti istituzionali, che fondamentalmente si basano sull’assistenza sanitaria dei nostri iscritti. Va da se che il check-up seguirà strettamente il dettato della privacy. I risultati nominativi saranno solo di proprietà di chi effettua tale prestazione e l’analisi di tutti i dati verrà fatta secondo un metodo collettivo in cui non appariranno nomi ma solo codici alfa-numerici.

SCARICA L'ESTRATTO

* Direttore Generale Qu.A.S.

** Consulente Sanitario Qu.A.S.