Viviamo in un’epoca entusiasmante dal punto di vista dell’evoluzione tecnologica volta al miglioramento del benessere individuale.

Parliamo oggi di come le nuove tecniche odontoiatriche possono cambiare la vita di quei soggetti che per vari motivi perdono i denti ed un tempo avevano solo la possibilità di ricorrere alla “dentiera” che era un sostegno ma che certamente limitava di molto il benessere quotidiano. Oggi le nuove tecniche rese possibili dall’uso di strumenti e materiali sofisticati permettono di avere denti fissi di ottima qualità facendo tornare ad una giovinezza a volte dimenticata. In questo articolo descriveremo una delle tecniche più utilizzate per raggiungere tali obiettivi il “Carico immediato all on six”, un metodo implantologico alternativo che permette di ottenere in appena 24 ore un sorriso perfetto, in quei pazienti già totalmente privi di denti (edentuli), o che devono diventarlo poiché i denti residui non permettono più di poter recuperare una funzione ed un’estetica in modo sicuro e predicibile.

 

Il dottor Elio Bava ci spiega di seguito questa tecnica.

“Il metodo è denominato “Carico immediato”, proprio perché i denti di un’intera arcata protesica vengono fissati in maniera permanente, su impianti in titanio in tempi brevissimi.

Questo fa si che, anche in condizione di deficit osseo, non ci sia la necessità di interventi di rigenerazione dello stesso perché l’unione immediata degli stessi.

“All On six” è una soluzione eccellente per tutti quei pazienti che, proprio per mancanza di osso, o per i costi eccessivi che ne deriverebbero, non possono servirsi dell’implantologia tradizionale. È studiato infatti per coloro i quali non resterebbe altra soluzione che una protesi mobile (dentiera)”.

 

Quali sono le caratteristiche che rendono questa tecnica innovativa?

“I punti di forza che contraddistinguono questa procedura sono: rapidità, mancanza di dolore, convenienza economica, comodità. L’intervento ha la durata di circa un’ora e nell’arco di 24 ore la protesi viene avvitata agli impianti. Un’attesa così breve significa per il paziente non dover subire il disagio di rimanere senza denti, se non per 1 giorno. Dopo l’intervento il paziente avrà denti nuovi nel vero senso della parola, eliminando i fastidi quotidiani di una protesi mobile”.

 

E’ una tecnica dolorosa?

“Assolutamente no. Oltre alla normale anestesia locale odontoiatrica, l’intero intervento viene eseguito in regime di “Sedazione Cosciente”, praticata dal nostro medico anestesista.

Nella “Sedazione Cosciente”, diversamente dall’anestesia generale, il paziente non viene intubato, è libero di respirare autonomamente e di collaborare con l’intera equipe.

Pensate che la classica affermazione dei centinaia di pazienti che si sono sottoposti con successo a questa procedura è: “il dolore non si avverte mai, è stupefacente, anche nel post operatorio”.

 

Ha parlato di una tecnica conveniente dal punto di vista economico, ci può spiegare perché?

La notevole convenienza economica rispetto alle tecniche tradizionali deriva da vari fattori, quali: IL numero di impianti utilizzati è minimo, svolgendosi il tutto in un unico intervento, non vi sono i costi dovuti all’aumento del numero di sedute, non sono necessari innesti di osso. Gli impianti usati hanno la garanzia e la protesi ha una garanzia di 5 anni.”

 

Possono approfittare tutti dei vantaggi di questa tecnica?

“All On six si prefigge di essere la soluzione più semplice per risolvere l’edentulismo totale con una protesi fissa. Per quanto riguarda l’età, se il paziente è in buono stato di salute, non ci sono limiti. E i vantaggi sono evidenti e molteplici. Poter riavere i denti fissi, masticare come un tempo, godersi i cibi solidi e non sentirsi più a disagio… non ha prezzo!

Questo sistema è in grado di risolvere casi che fino a qualche tempo fa erano considerati senza speranza”.

 

Il Dott. Elio Bava è specialista in Clinica Odontoiatrica e responsabile del Centro Odontoiatrico Medical Management 2000 di Napoli – mednew@libero.it

quas-salute-e-sanita-per-quadri-denti-1  quas-salute-e-sanita-per-quadri-denti-2  quas-salute-e-sanita-per-quadri-denti-3

 

SCARICA L'ESTRATTO