Primo Piano

/Primo Piano

Scenari per la sanità del futuro

Cure per tutti o universalismo selettivo? M.C. Nessuno sa esattamente come il sistema sanitario italiano cambierà. Si possono, però,prevedere delle ipotesi in base a tendenze in corso da molti anni. Problemi economici e gestionali, nuovi fabbisogni, forte mobilità dalle regioni del Centro-Sud verso le strutture del Nord. Certamente serve ribadire che l’Italia è tra i Paesi [...]

Alla sanità integrativa servono regole comuni

M.C. Anche se rappresentano una realtà sanitaria consolidata, i Fondi integrativi  non sono protagonisti nel panorama dell’assistenza sanitaria italiana come meriterebbero. Nei fatti però, il loro utilizzo da parte di milioni di lavoratori e utenti, dà concretamente un esempio di come questa realtà si possa integrare con  il sistema pubblico in un rapporto di reale sussidiarietà [...]

Nuovo universalismo del welfare contrattuale

M.C.  Ormai, anche agli osservatori meno attenti, non può sfuggire che il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) sta di fatto cambiando. Il principio universalista sta venendo meno, con la giustificazione di un sotto-finanziamento dello Stato alle Regioni. Il giusto principio di selezionare la virtuosità nella spesa sanitaria nel territorio, se mal gestito, travolge tutti senza tenere conto [...]

Le nuove sfide della sanità integrativa

I più attenti se l’aspettavano. Oggi è diventato evidente che la  solidarietà universale, la quale ha retto fino ad oggi il nostro sistema sanitario, sta soffrendo una consolidata mancanza di risorse finanziarie che ha prodotto già delle conseguenze sulla copertura dell’assistenza dei cittadini. Se a ciò aggiungiamo una non sempre presente cultura sociale, oltre che specificamente [...]

Il pericolo per la salute in tempo di crisi

Stavo analizzando i costi sanitari di Qu.A.S. nel 2014 e l’andamento per il 2015. Orbene, ci si sarebbe aspettato che, in coincidenza delle difficoltà del servizio sanitario, stante il sottofinanziamento dello stesso, i fondi avessero un notevole incremento della spesa e invece non è stato così. E non solo! I primi dati che ci pervengono dal [...]